Heatwave sul posto di lavoro, quali sono i tuoi diritti?

Il diritto del lavoro non impone regole specifiche per i datori di lavoro in caso di ondata di calore. Tuttavia, essi devono garantire ai propri dipendenti un ambiente di lavoro sicuro per la loro salute fisica e mentale.

I dipendenti in caso di ondata di caldo: quali sono i tuoi diritti?

sicuro ambiente di lavoro: un obbligo del datore di lavoro

Nel caso di ondata di calore, il Dipartimento del Lavoro dà qualche consiglio ai datori di lavoro. Quando l'ambiente di lavoro non è l'aria condizionata, è particolarmente preferibile fornire ai dipendenti con un ritmo di lavoro adattato:

  • pianificazione di orari di lavoro;
  • limitazione dei compiti che richiedono sforzo fisico;
  • aumento della frequenza di rotture.
Il datore di lavoro può anche fornire loro modi per aggiornare:
  • acqua nel locale (richiesto comunque);
  • mister e ventilatori;
  • serrande di chiusura, ecc

L'obbligo per il datore di lavoro a prendere misure per il benessere dei propri dipendenti dipende dagli sforzi fisici che richiedono il loro lavoro:

  • per lavori leggeri (lavoro manuale a un tavolo) o leggero (clericale): La temperatura massima è di 30 ° C;
  • per semi lavori pesanti (in piedi) è 26,7 ° C;
  • per lavori pesanti (movimentazione manuale di oggetti pesanti): si tratta di 25 ° C.

Buono a sapersi: tempo caldo, i datori di lavoro di costruzione dovrebbe mettere a disposizione i propri dipendenti almeno 3 litri di acqua al giorno per persona (articolo R. 143 del Codice del Lavoro 4534).

Dipendenti: proteggere se stessi!

Dipendente, un'ondata di caldo non giustifica eventuali discrepanze. Dalla vostra parte, anche prendere le dovute precauzioni:

  • Idratare spesso non bere alcolici.
  • Preferire la luce e pasto rinfrescante.
  • Riposare bene durante la notte.
  • Non essere tentati di lavorare troppo in fretta. Con il caldo, ci si stanca più velocemente!
  • Infine, regolare il vestito:
    • Indossare sciolto, abiti leggeri pur mantenendo abbigliamento adeguato.
    • Coprire la testa.

Nota: al minimo segno di disagio, è necessario fermare i lavori e aggiornare. Se nessun miglioramento è colpo di calore ed è indispensabile per evitare l'ambulanza chiamando 15.

In caso di pericolo: esercitare il diritto di recesso

Se il dipendente ritiene che il lavoro è un rischio per la sua salute, egli può esercitare il diritto di recesso:

  • Ciò significa che si rifiuta di lavorare in queste condizioni.
  • La motivazione addotta dal dipendente deve essere considerato un pericolo grave e imminente.
  • Il datore di lavoro può prendere in considerazione:
    • accettare e consentire al lavoratore di riposarsi;
    • rifiutare, nel qual caso è il giudice tribunale del lavoro per la decisione.

Ad esempio, un impiegato che lavora su un tetto può rifiutare di lavorare cinque ore di fila sotto temperature elevate.

Buono a sapersi: Se si esercita il diritto di recesso, scattare foto dei luoghi di lavoro e di un termometro, il giorno della canicola. Se necessario, stampare il tempo del giorno. Se il datore di lavoro non è d'accordo, si dovrà prove per opporsi a lui.

Essere sicuri di conoscere i propri diritti:

  • Se si opta fuori da una situazione di rischio per la vostra salute e quella dei suoi colleghi, il vostro datore di lavoro non ha il diritto di licenziare te. Non abbiate paura di dire di no!
  • Se il datore di lavoro nega il diritto di recesso, si ha diritto a portare il Tribunale del lavoro. Ma attenzione, se il motivo non è considerata valida, la vostra domanda verrà respinta.
  • Tuttavia, intentare una causa può essere complicato e stressante. Per mettere le probabilità dalla tua parte, vedere i nostri tribunali Trial Suggerimento: I suggerimenti per una procedura rapida e giusta.
Per saperne di più