Sorveglianza dei dipendenti, quali sono i tuoi diritti?

Il luogo di lavoro, il datore di lavoro ha il potere e il dovere di controllare, ma anche la sicurezza. L'installazione di telecamere a circuito chiuso, la sorveglianza del sistema informatico dei dipendenti è prerogativa del datore di lavoro ... ma nel rispetto della privacy dei dipendenti.

Pertanto, l'implementazione del sistema di monitoraggio dipendente deve rispettare procedure specifiche. Shelling.

Monitoraggio dei dipendenti: quali protezioni contro la videosorveglianza?

L1121 articolo 1 del codice del lavoro afferma che "nessuno può portare ai diritti umani e delle libertà individuali e collettive che non sono giustificate dalla natura del compito e proporzionata allo scopo perseguito. "

Per quanto riguarda la proporzionalità della collocazione di telecamere, si ricorda che un sistema di telecamere a circuito chiuso dovrebbe consentire al datore di lavoro di garantire il buon funzionamento della società, nel rispetto dei diritti delle persone che vi lavorano.

Così, questo sistema di videosorveglianza posto su un luogo non aperto al pubblico il lavoro deve essere dichiarato alla CNIL. altrimenti:

  • il datore di lavoro deve affrontare 5 anni di carcere e 300.000 € di multa ai sensi dell'articolo 226 del codice penale 16;
  • oltre alle informazioni / immagini raccolte non sarà opponibile un dipendente filmata.

Approvazione dei rappresentanti dei lavoratori per monitorare i dipendenti

Il datore di lavoro non può quindi disporre di dispositivi di monitoraggio dipendenti come meglio ritiene opportuno.

Si deve convalidare la loro implementazione e il loro utilizzo con gli organi rappresentativi informazione e la consultazione, ma anche nel rispetto degli obblighi connessi con la legge sulla protezione dei dati.

Ad esempio, se un dispositivo di messaggistica controllo individuale è a posto, al di là degli obblighi di informazione e di consultazione degli organi di rappresentanza, il dispositivo deve essere registrato presso la CNIL (ad eccezione di nomina di un abbinamento di dati e libertà - CIL). Così, un software per l'analisi del contenuto del messaggio elettronico entrata o in uscita per il controllo dei dipendenti della attività deve essere dichiarato alla CNIL. In caso contrario, l'evidenza da questo dispositivo non potrebbe essere usato per il licenziamento.

Monitoraggio dei dipendenti: richiamare il principio di proporzionalità

I dipendenti di strumenti di monitoraggio sono sempre più numerosi: lettore di badge, video, software di monitoraggio di attività, monitorare le connessioni Internet o e-mail, geolocalizzazione, ecc

Tutto strumento di monitoraggio dipendenti deve essere valutato in base al principio di proporzionalità.

Per fare questo, si deve eseguire un controllo di conformità dei sistemi di monitoraggio dei dipendenti per determinare se soddisfano tutti i requisiti della legge sulla protezione dei dati.

Nota: il datore di lavoro deve necessariamente rispettare gli obblighi relativi al CNIL perché spesso, controlla la CNIL sono avviato da una denuncia presentata da un dipendente della società direttamente alla CNIL.

Per saperne di più