Pertosse

La pertosse è una malattia respiratoria altamente contagiosa che colpisce soprattutto neonati e bambini, ma colpisce sempre più gli adulti.

Quali sono le caratteristiche di questa malattia infettiva? Quali sono i suoi sintomi, complicazioni, i trattamenti? Ti dice tutto quello che c'è da sapere.

Come viene definita la pertosse?

La pertosse è una malattia causata dal batterio Bordetella pertussis, le cui caratteristiche sono:

  • si tratta di una infezione dei polmoni e delle vie respiratorie;
  • si diffonde facilmente attraverso l'aria tramite tosse e starnuti di una persona infetta;
  • è possibile essere contaminato da contatto, ad esempio quando i bambini ricevono giocattoli gestiti da persone infettate;
  • il batterio che causa la pertosse è in grado di vivere per 5 giorni su oggetti secchi (carta, vetro, abbigliamento);
  • Il periodo di incubazione (tempo tra il tempo di esposizione al virus e quando compaiono sintomi) è generalmente da 7 a 10 giorni.

Nota: ci sono ogni anno in tutto il mondo da 20 a 40 milioni di persone contraenti pertosse.

Pertosse come sintomo principale

Prima della comparsa delle prime manifestazioni di pertosse, la persona infetta di solito ha una faringite rinoceronte. Poi ci sono tosse, caratteristiche della pertosse, che seguono:

  • tosse può causare vomito, soffocamento;
  • tra tosse, la persona prende un respiro che emette un suono sia aspro e tagliente, ricordando il gallo (che è il motivo per cui la malattia si chiama "pertosse");
  • può contare fino a 20 tosse al giorno;
  • questi quinti stanno esaurendo e possono durare da 2 a 4 settimane;
  • episodi tosse secca può verificarsi anche in aggiunta a tossire.

Nota: oltre alla tosse caratteristica della infezione da pertosse viene anche evidenziato da un naso che cola.

La pertosse può portare a complicazioni, soprattutto nei bambini sotto un anno:

  • una infezione polmonare (polmonite);
  • convulsioni;
  • danni cerebrali.

Nota: questa malattia può anche portare alla morte.

Pertosse: quale periodo di contagio?

Il periodo durante il quale una persona infetta da pertosse possono contaminare l'ambiente circostante varia:

  • dopo l'insorgenza della tosse, pertosse è altamente contagiosa per 2 o 3 settimane;
  • una persona infetta rimane contagiosa per circa 5 giorni dopo l'inizio del trattamento;
  • per contro, una volta che le fermate di tosse, il contagio è più raro.

Il trattamento della pertosse

Non trattata, la malattia può causare danni al cervello e può essere fatale. E 'quindi importante consultare un medico che può fornire un trattamento efficace:

  • antibiotici;
  • dolori anti-per calmare i sintomi.

La vaccinazione rimane il modo migliore per evitare l'infezione:

  • nei bambini, si compone di due iniezioni: a 2 mesi e 4 mesi;
  • allora è necessario inviare il bambino a vari solleciti:
    • a 11 mesi;
    • 6 anni (consigliato);
    • poi tra il 11 e il 13 anni.

Per andare oltre:

  • tosse secca è una tosse irritante che è accompagnato da alcun espettorato e può avere molte cause. I nostri specialisti si informano.
  • Focus on tosse laringite: le sue cause e rimedi.
  • E 'possibile curare la tosse con l'omeopatia.
Per saperne di più